Archivio News Cassazione

  • MANCATA SOTTOSCRIZIONE DEL CAPITALE SOCIALE E LEGITTIMAZIONE DEL SOCIO

    *Cassazione, ordinanza 21 ottobre 2019, n. 26773, sez. I civile In tema di operazioni sul capitale sociale, la perdita della qualità di socio in capo a chi non abbia sottoscritto la propria quota di ricostituzione del capitale sociale non incide sulla legittimazione ad esperire le azioni di annullamento e di nullità della deliberazione assembleare adottata […]

  • ACCESSIONE E RAPPORTI PATRIMONIALI TRA I CONIUGI

    Cassazione, ordinanza 4 novembre 2019, n. 28258, sez. I civile Il principio generale dell’accessione posto dall’art. 934 c.c., in base al quale il proprietario del suolo acquista “ipso iure” al momento dell’incorporazione la proprietà della costruzione su di esso edificata, non trova deroga nella disciplina della comunione legale tra coniugi, in quanto l’acquisto della proprietà […]

  • NULLITA’ DEL PRELIMINARE T.A.I.C.

    * Cassazione, sentenza 22 novembre 2019, n. 30555, sez. II civile La proposizione della domanda di nullità del contratto preliminare per mancanza della garanzia accessoria ex art. 2 del decreto legislativo 122/05, una volta che sia stata rilasciata la garanzia prescritta per legge in data successiva alla stipula del preliminare, e senza che nelle more […]

  • Il rapporto tra la categoria del contratto in generale e le nuove fattispecie contrattualistiche: integrazione o prevalenza?

    *Cassazione S.U. 898/2018 La chiave utilizzata dalla sentenza per determinare nella materia un vero solco tra parte generale dei contratti e regole speciali di settore, e cioè la pretesa funzione meramente “informativa” della forma in ambito bancario e finanziario, risulta anch’essa non del tutto convincente. In tal senso sia il diritto finanziario che il diritto […]

  • PRELIMINARE DI PRELIMINARE E MEDIAZIONE IMMOBILIARE

    * Cassazione, sentenza 19 novembre 2019, n. 30083, sez. II civile Al fine di riconoscere al mediatore il diritto alla provvigione, l’affare deve ritenersi concluso quando, tra le parti poste in relazione dal mediatore medesimo, si sia costituito un vincolo giuridico che abiliti ciascuna di esse ad agire per la esecuzione specifica del negozio, nelle […]

  • CONDOMINIO E PARTI COMUNI

    * Cassazione, ordinanza 18 novembre 2019, n. 29925, sez. VI – 2 civile L’art. 1117 c.c., ricomprende fra le parti comuni del condominio “il suolo su cui sorge l’edificio”. Oggetto di proprietà comune, agli effetti dell’art. 1117 c.c., è, quindi, non solo la superficie a livello del piano di campagna, bensì tutta quella porzione del […]

  • DIVISIONE EREDITARIA E COLLAZIONE IN DENARO

    *Cassazione, sentenza 17 ottobre 2019, n. 26486, sez. II civile In tema di divisione ereditaria la collazione del denaro ricevuto in donazione dal “de cuius” soggiace al principio nominalistico con esclusione di qualsiasi rivalutazione, senza che possa tenersi conto del mutato potere d’acquisto della moneta.

  • AZIONE DI SIMULAZIONE E AZIONE DI RESTITUZIONE

    Cassazione, sentenza 9 settembre 2019, n. 22457, sez. II civile Il giudice innanzi al quale sia stata proposta un’azione di simulazione di una compravendita in quanto dissimulante una donazione, azione finalizzata alla successiva trascrizione dell’atto di opposizione, ai sensi dell’art. 563, comma 4, c.c., deve rilevare d’ufficio l’esistenza di una diversa causa di nullità della […]

  • SERVITU’ E COMPROPRIETA’ DEL FONDO

    Cassazione, ordinanza 6 agosto 2019, n. 21020, sez. II civile Il principio “nemini res sua servit” trova applicazione soltanto quando un unico soggetto è titolare del fondo servente e di quello dominante e non anche quando il proprietario di uno di essi sia anche comproprietario dell’altro, giacché in tal caso l’intersoggettività del rapporto è data […]

  • BENI IN COMUNIONE LEGALE E AMMINISTRAZIONE

    Cassazione, ordinanza 23 agosto 2019, n. 21650, sez. II civile In tema di regime patrimoniale della famiglia, la disciplina dell’amministrazione dei beni oggetto della comunione legale, di cui agli artt. 180 e ss. c.c., presuppone, per la sua operatività, che il bene sia già oggetto della comunione. Pertanto, l’annullamento dell’atto, per violazione della regola dell’operare […]